FILO 1036

K. Wojtyla: etica della persona ed antropologia, metodo fenomenologico e tomismo

Filosofia

Anno accademico 2023-2024

Durata

I semestre

Inizio lezioni

12/10/2023

Introduzione

La ricerca filosofica di K. Wojtyla (1920-2005), dal 1978 Giovanni Paolo II, avendo per oggetto l’essere dell’uomo (antropologia), si è rivolta particolarmente allo studio dell’uomo attraverso i suoi atti (etica). In questo modo egli mette in evidenza il dinamismo del soggetto umano, che per la sua costituzione ontologica è persona, i cui caratteri distintivi sono: la libertà, il dono di sé, la relazione interpersonale, la reciprocità, il suo carattere trascendente e la comunione. Questa fondamentale metafisica della persona spiega il suo finalismo, rivolto alla ricerca del bene come valore per sé e per gli altri mediante la realizzazione delle due dimensioni costitutive della persona: personale e comunitaria. L’etica di K. Wojtyla nasce da un incontro tra la filosofia dell’essere di San Tommaso d’Aquino e la filosofia della coscienza mediante l’uso del metodo fenomenologico conosciuto tramite E. Husserl, M. Scheler e E. Stein. Da questa ricerca ontologica ed etica scaturisce il fondamento della comunità sociale e politica. In opposizione alla cultura immanentista del liberalismo e del marxismo K. Wojtyla proponeva con insistenza un umanesimo aperto all’Infinito e all’alterità nella duplice e contemporanea relazione verticale ed orizzontale. Le sue riflessioni si mostrano ancora di una grande attualità e sono ricche di ulteriori approfondimenti per la costruzione del nostro futuro.

Altre informazioni utili

Date

Le attivitĂ  si svolgeranno dal 12/10/2023 al 09/01/2024 (esami compresi)

Orario delle lezioni

Giovedì: 10:30 – 12:15

Docenti

Luca De Rosa

Email: luca.derosa@upra.org

Hai bisogno di informazioni?

Contattaci